L’Unione Europea finanzia la ricerca

finanziamenti europei

“Secure, clean and efficient energy” è una delle sette sfide prioritarie scelte dall’Unione Europea per Horizon 2020 il più grande programma di ricerca ed innovazione mai lanciato. Per questo motivo 5,9 miliardi di euro verranno distribuiti in 7 anni (2014-2020) per finanziare progetti di ricerca in ambito energetico.

L’attenzione sulle tecnologie abilitanti per le Smart Cities (uno dei tre temi principali insieme all’efficienza energetica e le tecnologie a bassa emissione di CO2) porterà a soluzioni mature per un mercato con un grande potenziale: le città del futuro potranno beneficiare di nuove soluzioni efficienti e semplici da utilizzare in particolare nel settore energetico (Smart Grids), in quello dei trasporti e dell’ICT. La parola chiave è integrazione non solo tra diverse tecnologie ma anche tra enti diversi appartenenti sia alla sfera pubblica che a quella privata. I fondi europei saranno destinati allo sviluppo di grossi dimostratori con l’obiettivo di provare la convenienza economica di approcci innovativi e di nuove tecnologie favorendo così l’ingresso di capitali privati nel mercato.

Read More

About Davide Nardi Cesarini

Davide Nardi Cesarini, ingegnere termomeccanico. Mi occupo di innovazione nei settori dell'efficienza energetica, ICT, domotica e Smart Cities