Posts in "Green Economy"

La nuova normativa italiana sui SEU

(di Giacomo Mantero)

I SEU: spesso si parla di questi sistemi come un modello futuristico che potrà avere grande diffusione. Un’affermazione sicuramente condivisibile, ma limitante: non solo i SEU potranno svilupparsi nel prossimo futuro, ma l’hanno anche già fatto in passato!impianto fotovoltaico Loccioni

Spieghiamoci meglio. Per definizione i Sistemi efficienti di utenza sono: “sistemi in cui un impianto di produzione di energia elettrica […], alimentato da fonti rinnovabili ovvero in assetto cogenerativo ad alto rendimento […], è direttamente connesso, per il tramite di un collegamento privato […], all’impianto per il consumo di un solo cliente finale, anche corrispondente al produttore […]”. Quindi chiunque di noi che da 10 anni a questa parte abbia installato un impianto fotovoltaico può “vantarsi” di questa nomina!

Read More

Smart Carbon, l’idea sostenibile di Loccioni Environment

smart carbon
(di Stefano Collura, R&D Manager, Loccioni Environment)

Provate ad immaginare il mondo attuale senza le centrali elettriche a carbone, gli inceneritori, le acciaierie, le cementerie, le raffinerie di petrolio, le industrie chimiche ed in generale tutti quegli impianti che comunemente consideriamo inquinanti.

Di certo vivremmo in un mondo più pulito e più bello, ma probabilmente saremmo costretti a rinunciare a molte delle comodità alle quali siamo abituati e sulle quali si fonda l’idea che oggi abbiamo di benessere: non riusciremmo a produrre sufficiente energia elettrica per soddisfare i nostri bisogni, abiteremmo in case di legno o di pietra, ci scalderemmo con il fuoco e ci sposteremmo solo a piedi o a cavallo; non potremmo nemmeno costruirci le biciclette perché occorrerebbe fondere il metallo e sintetizzare le gomme dagli idrocarburi…

Read More

Buona lettura a tutti!

Questa settimana si parla del Gruppo Loccioni:

la RepubblicaLa qmia qualità ha il cuore nelle Marche

- su Panorama ‘Storie d’imprese: la mia qualità ha il cuore nelle Marche’ (link)

- su La Repubblica ‘Dove l’energia è più cara che altrove’ (link)

Il monitoraggio delle perdite lungo gli oledotti

pipelines

(di Enrico Rocchetti)

L’industria Oil&Gas è oggi uno dei più grandi mercati mondiali, in termini di aspetti e risorse economiche, sociali ed ambientali.
Le aree dove il petrolio ed il gas vengono cercati ed estratti, sono spesso zone contaminate e inquinate e la popolazione locale si oppone a questo tipo di attività senza ottenere spesso benefici, ma solo subendone le conseguenze.

Per esempio la Nigeria, un’area ricca di giacimenti petroliferi, è attraversata da chilometri e chilometri di oleodotti che  trasportano il petrolio dalle zone di estrazione agli impianti di lavorazione.

Ogni giorno, tribù locali cercano di bucare questi oledotti con lo scopo di spillare petrolio e venderlo nel “mercato nero”.

Read More

Dai Prosumers alle Smart Communities

Efficienza

L’attuale scenario energetico italiano ed internazionale sta vivendo un profondo cambiamento derivante da un uso intensivo delle più moderne tecniche per la produzione di energia da fonte rinnovabile. Il meccanismo di conversione dalle fonti energetiche tradizionali a quelle rinnovabili è stato innescato grazie a politiche economiche rigorose, il cui obiettivo è quello di ottenere benefici in termini ambientali ed economici. Le aree geografiche con scarsa presenza di materie prime sono state motivate dalla possibilità di raggiungere un più alto grado di indipendenza dalle macrozone ricche di fonti fossili.

Read More

Loccioni@Smart Energy Expo

Smart energy expo

Venerdi 10 Ottobre presenteremo la Microgrid Loccioni durante una delle conferenze organizzate presso la Smart Energy Expo di Verona, la manifestazione internazionale che promuove soluzioni, prodotti e tecnologie per l’efficienza energetica.

Smart Energy Expo guarda all’efficienza energetica da due punti di vista:

  • diminuire gli sprechi nelle trasformazioni e nei consumi finali
  • produrre più energia distribuita, privilegiando l’utilizzo di fonti economicamente vantaggiose e rispettose dell’ambiente.

Vi aspettiamo numerosi!

L’Unione Europea finanzia la ricerca

finanziamenti europei

“Secure, clean and efficient energy” è una delle sette sfide prioritarie scelte dall’Unione Europea per Horizon 2020 il più grande programma di ricerca ed innovazione mai lanciato. Per questo motivo 5,9 miliardi di euro verranno distribuiti in 7 anni (2014-2020) per finanziare progetti di ricerca in ambito energetico.

L’attenzione sulle tecnologie abilitanti per le Smart Cities (uno dei tre temi principali insieme all’efficienza energetica e le tecnologie a bassa emissione di CO2) porterà a soluzioni mature per un mercato con un grande potenziale: le città del futuro potranno beneficiare di nuove soluzioni efficienti e semplici da utilizzare in particolare nel settore energetico (Smart Grids), in quello dei trasporti e dell’ICT. La parola chiave è integrazione non solo tra diverse tecnologie ma anche tra enti diversi appartenenti sia alla sfera pubblica che a quella privata. I fondi europei saranno destinati allo sviluppo di grossi dimostratori con l’obiettivo di provare la convenienza economica di approcci innovativi e di nuove tecnologie favorendo così l’ingresso di capitali privati nel mercato.

Read More

About Davide Nardi Cesarini

Davide Nardi Cesarini, ingegnere termomeccanico. Mi occupo di innovazione nei settori dell'efficienza energetica, ICT, domotica e Smart Cities

Il Club di Roma quasi mezzo secolo dopo “I Limiti dello Sviluppo” e le sue conseguenze sul mondo di oggi.

(di Ugo Bardi)

Ugo Bardi

Ci ricordiamo tutti del famoso “Rapporto al Club di Roma” che in Italia era uscito nel 1972 con il titolo “I Limiti dello Sviluppo” (in realtà, la traduzione corretta del titolo originale avrebbe dovuto essere “I Limiti alla Crescita”). Il ricordo di quel lavoro è spesso distorto dagli anni e dalle tante leggende che sono nate intorno ai suoi risultati. Così, ci ricordiamo – ci sembra di ricordare – che “I Limiti dello Sviluppo” aveva fatto delle “previsioni sbagliate” proponendo che avremmo finito questa o quella risorsa (petrolio, gas, rame, o che altro) ormai da un pezzo – cosa che ovviamente non si è verificata. Non era così.

Read More

Il Comune di Pesaro si presenta all’Europa con le sue energie rinnovabili

Si parla spesso di iniziative pubbliche sostenibili, di progetti europei e di collaborazione tra pubblico-privato: Pesaro ne è oggi un esempio.

Con un percorso di sostenibilità iniziato nel 2009, oggi sono molti i traguardi raggiunti dalla città:

  • La realizzazione di un data-base per conoscere le caratteristiche energetiche degli edifici comunali;
  • L’acquisto di una termocamera da utilizzare per l’analisi energetica degli immobili di proprietà del Comune;
  • L’acquisto del Leaf Meter, il misuratore di sostenibilità firmato Loccioni, utile a visualizzare in tempo reale i dati relativi alle performance energetiche e all’impatto ambientale degli edifici;
  • L’installazione di pannelli fotovoltaici in due scuole del Comune: la scuola “Galileo Galilei” situata a Villa Fastiggi e la scuola “Luigi Pirandello” di via Nanterre. Entrambi gli impianti hanno una potenza nominale pari a 24,96 kWp ciascuno e l’energia prodotta sarà interamente utilizzata dalle scuole, secondo i loro fabbisogni.

Come può un Comune investire in sostenibilità? Ecco la storia del Comune di Pesaro.
Read More

About Chiara Ramo

Mi occupo di #marketing&comunicazione attraverso attività di ricerca mercato, network development e organizzazione di eventi.