Microgrid, il futuro dell’energia

La microgrid è un sistema che genera, accumula, distribuisce e regola i flussi di energia tra utenze elettriche collegate al fine di:Microgrid Loccioni

  • ridurre i costi legati all’energia tramite l’ottimizzazione dell’utilizzo dell’energia prodotta localmente, i cui flussi vengono gestiti in modo razionale;
  • migliorare la qualità e l’affidabilità della fornitura di energia elettrica riducendo il numero e la durata dei blackout;
  • ridurre le emissioni di CO2.

E’ davvero possibile, oggi, raggiungere questi obiettivi? La risposta è si.
Tramite un software di Energy Management System è possibile gestire i flussi energetici all’interno della rete per raggiungere i benefici sopra indicati.

Il My Leaf, software sviluppato dal Gruppo Loccioni, permette di:

  • distribuire, a seconda delle necessità, l’energia prodotta dalle varie fonti (fotovoltaico, cogenerazione, eolico, idroelettrico) e accumulare quella in eccesso per poi utilizzarla in un momento successivo;
  • diminuire i costi e ottimizzare l’utilizzo dell’energia attraverso meccanismi di demand response, riduzione dei picchi etc.;
  • passare automaticamente da una situazione di connessione alla rete elettrica (on-grid) ad una di totale disconnessione dalla stessa (off-grid);
  • avere un costante apporto di energia in caso di blackout della rete.

La dimostrazione che tutto questo non solo può essere fatto ma che produce anche i risultati inizialmente programmati è data dalla microgrid creata all’interno del Gruppo Loccioni; essa è costituita dall’integrazione di due reti complementari: si generano, distribuiscono, regolano e misurano non solo i flussi elettrici, ma anche quelli termici.

Le componenti principali sono:

  • 2 impianti fotovoltaici (148 kWp e 250 kWp)
  •  2 centrali idroelettirche (36 kWp e 50 kWp)
  •  1 sistema di accumulo elettrico (224 kWh)
  •  1 sistema di accumulo termico (450 metri cubi)
  • 4 edifici (un’abitazione, due edifici industriali, un edificio di uffici)

I risultati raggiunti sono stupefacenti ed in continuo miglioramento:

  • il 58% dell’energia utilizzata dalla microgrid è prodotta dalle fonti rinnovabili presenti all’interno della stessa;
  • l’89% dell’energia prodotta nella microgrid è utilizzata/accumulata, mentre il restante 11% viene venduto alla rete;
  • il 38% delle ore di un anno la microgrid è totalmente staccata dalla rete (off-grid)
  • il 60% di riduzione delle emissioni di CO2.

Per rendere ancora più immediato comprendere quanto è importante il risultato raggiunto si pensi che, se non si fossero attuati tutti gli interventi che hanno portato alla realizzazione della microgrid, la quantità di energia elettrica presa dalla rete sarebbe stata pari al 55% in più: questo fa si che il Gruppo Loccioni venga riconosciuto anche dalla stampa e dall’opinione pubblica come un modello di innovazione e sostenibilità.

In Italia, uno studio del Politecnico di Milano ha evidenziato che nello scenario più ottimistico, che simula un’evoluzione della normativa nel breve periodo favorevole alla formazione di Energy Communities (elementi costitutivi delle microgrid), prevede che al 2030 si realizzeranno quasi 100.000 Energy Communities.

Speak up! Let us know what you think.

Spam Protection by WP-SpamFree