Monitoraggio Datacenter: sicurezza del dato ed efficienza energetica

Data Centre_Agorà

Nonostante le condizioni macroeconomiche attuali, la domanda globale per capacità e servizi di Data Centre (DC) continua a crescere costantemente. Il ruolo dei DC è in espansione grazie al rapido aumento dell’uso di tecnologie come la virtualizzazione, il cloud computing, l’HPC e la grande crescita dell’uso di Internet, con il conseguente aumento del consumo di energia.

La quantità di potenza assorbita dai DC sta diventando una seria preoccupazione nelle fasi di progettazione e funzionamento, data dalla necessità di risparmiare energia e utilizzare energia pulita per ridurre i costi energetici e l’impatto ambientale.


Gli effetti del consumo elevato di potenza si manifesta non solo attraverso il costo dato dal consumo di energia elettrica, ma anche nei costi nella progettazione di sistemi di raffreddamento efficaci per dissipare il calore generato. È fondamentale implementare strategie di risparmio energetico per ridurre questi costi migliorando quindi la redditività. Allo stesso tempo, le tecniche di power management che includono lo spegnimento dei server e/o modulare la loro velocità operativa, possono influenzare l’abilità di soddisfare i Service Level Agreement (SLAs). Quindi ogni tecnica va utilizzata nel giusto contesto.

Comunque, i concetti di efficienza energetica sono necessari per ridurre l’impatto ecologico dei DC, ma non bastano da soli. Le emissioni di anidride carbonica causati dai DC sono fortemente influenzati dalle fonti energetiche utilizzate, dalla tipologia di utilizzo dei DC, dal collegamento con le infrastrutture energetiche nelle nostre città e dall’integrazione delle fonti energetiche rinnovabili (RES). Al fine di controllare le emissioni di carbonio è necessario sviluppare un insieme di concetti avanzati all’interno di un approccio olistico che integri le migliori soluzioni tecniche, fra le quali: la gestione del carico IT seguendo obiettivi “green”, impianti di climatizzazione a basso consumo energetico, solar cooling, l’interazione con le reti di teleriscaldamento e teleraffreddamento, il riutilizzo del calore e l’integrazione con le Smart grid.

Progettisti, manager, investitori e proprietari di DC hanno bisogno degli strumenti necessari (sistemi di monitoraggio in particolare DCIM) in grado di valutare le prestazioni ambientali e l’utilizzo di energie rinnovabili. Alcuni dei migliori DC in funzione sono quelli in cui i manager hanno informazioni accurate e significative sugli assets presenti nel loro Data Centre, sull’utilizzo delle risorse e sullo stato operativo, a partire dal livello più basso delle infrastrutture fino ai livelli più alti del reparto IT. Queste informazioni consentono loro di pianificare, prevedere, gestire, di prendere decisioni sulla base di dati in tempo reale, effettuare test sullo scenario e di utilizzare sistemi automatizzati con sicurezza. Questo offre alcuni vantaggi come ad esempio un aumento della disponibilità del sistema, una maggiore produttività con la gestione remota del DC, un ridotto consumo di energia e un risparmio energetico, una migliore gestione e pianificazione della capacità e una migliore comunicazione all’interno del team.

Tuttavia, questo tipo di approccio e l’utilizzo di nuove tecnologie portano con sé alcune nuovi “problemi” da affrontare, come:

  • Big Data, cioè la gestione di un grande volume e una grande varietà di dati, e di ottenere valore da essi;
  • Problemi di sicurezza, per quanto riguarda i dati, la rete, i servizi offerti, etc.

Ad esempio, per quanto riguarda i problemi di sicurezza, con la proliferazione di dispositivi wireless come smartphone e tablet, il numero di dispositivi di collegamento da e per applicazioni che accedono all’interno dei DC sta esplodendo. Questo aumenta l’onere della sicurezza perimetrale, in quanto i servizi devono poter essere raggiunti da qualsiasi luogo e con un maggiore volume di traffico. Nel mercato mette a disposizione soluzioni avanzate di sicurezza per DC, in grado di fornire la sicurezza completa della rete e delle applicazioni. Esempi di alcune soluzioni sono: Firewall, protezione e mitigazione dagli attacchi DDoS, sistema di rilevazione delle intrusioni (IDS), sistema anti-intrusione (IPS), software per la sicurezza delle informazioni e la gestione degli eventi (SIEM), etc.

Nonostante la crisi quindi, il mondo dell’IT continuerà ad avere un futuro roseo. Avremo molte sfide davanti a noi e le competenze in ICT e in Data Science saranno necessarie per il loro raggiungimento.

Speak up! Let us know what you think.

Spam Protection by WP-SpamFree